Stampa
Categoria: ..."dalla tribuna"
Visite: 3184

Graz ottobre 16 INIZIO Spigolature, impressioni ed annotazioni della partita giocata giovedì sera fatte appunto dalla tribuna e riportate da Riccardo Giuriato.

Ieri sera i nostri ragazzi hanno disputato forse una delle peggiori partite in 4 anni di EBEL: poca grinta, pessima gestione del power-play (non è una novità, ma fa rabbia vedere una squadra con l'uomo in più faticare ad uscire dalla propria zona difensiva), pochi tiri dalla blu di attacco, quasi nessuno che va a disturbare il portiere avversario, troppi giocatori che cercano di entrare in porta con il disco, tanta difficoltà ad impostare il gioco.

Analizziamo i vari reparti, senza fare nomi:

PORTIERE: Il nostro giovane back-up ha fatto quello che poteva e anche di più, dimostrando una volta di più un'ottima tecnica”butterfly”...per i miracoli si attrezzerà!

DIFESA: cominciano le note dolenti; il reparto arretrato ha alternato momenti buoni ad alcuni vuoti francamente preoccupanti (vedi un paio di uscite di zona nel terzo drittel); le difficoltà più grandi sono state riscontrate nell'impostazione del gioco

ATTACCO: tolto il gol, molto fumo e poco arrosto, anche a causa della scarsa vena di alcuni elementi chiave

Personalmente penso che l'arrivo di Glen Metropolit, attualmente, sia poco più di un palliativo per una squadra che deve, a cominciare dalle trasferte di Szekesfehevar e Lubiana, cambiare testa e atteggiamento. Verissimo, abbiamo tirato più noi del Graz in entrambe le partite, ma quanti di questi tiri hanno davvero impegnato Dahm e Honeckl?

Intendiamoci, una serata storta può sempre capitare, però lascia l'amaro in bocca l'aver lasciato 6 punti su 6 contro il Graz (dopo i 3 punti persi con il Dornbirn); le partite di sabato e domenica pomeriggio costituiranno un ulteriore svolta per la stagione dei Foxes che, se vogliono rimanere nella “top six” (il che equivarrebbe all'accesso diretto ai play-off), devono portare a casa il bottino pieno, prima dei match contro Linz (alla Keine Sorgen Eis-Arena) e contro Vienna (al Palaonda).

Quattro partite attendono le volpi biancorosse, due delle quali da vincere ASSOLUTAMENTE, prima della sosta per le nazionali; vedremo se i nostri ragazzi riusciranno a tornare quella squadra tutto cuore e grinta che ben conosciamo.