INIZIO Tifosi che passione

 

 (di Andrea Giovanazzi) Le prime immagini che mi vengono in mente quando penso al Palaonda

sono naturalmente le imprese sportive dei nostri amati biancorossi: gol, giocate incredibili, cariche ecc.. Immediatamente dopo mi appaiono i fotogrammi della gioia che trasmettono i numerosi bambini (uso il plurale perché al palazzo ci sono anche numerosissime bambine)  presenti sulle tribune. Non so se avendo due bambini faccio più caso a questa cosa, ma l’atmosfera che creano i piccoli tifosi al Palaonda è qualcosa di incredibile che molti impianti sportivi ( soprattutto nel mondo calcio) farebbero carte false per averla.

Entrando al Palaonda, subito dopo aver mostrato il biglietto d’ingresso, c’è il negozio del merchandising, dove bambini con i loro genitori guardano con occhi sognati gli ultimi gadget della squadra. Lì  vicino ci sono gruppetti di ragazzini che si scambiano le card della Ebel ( non quelle dei calciatori), molti li vedi entrare con maglia e sciarpa biancorossa; entrando vedi piccoli tifosi biancorossi che ridono, giocano e scherzano tra di loro. I bambini li trovi in qualsiasi settore del palazzo: dalla Curva alla sezione denominata “Trapunta” dove qualche nonno vede la partita con il nipotino.

Durante la partita i bambini sono concentrati, tesi, seguono le gesta del giocatore preferito e, quando la squadra segna, urlano di gioia, aumentando i decibel del Palaonda.

MEZZO Tifoci che passione

Tra un tempo e l’altro della partita alcuni vanno a rifocillarsi con patatine e coca cola, altri continuano le trattative con le card o giocano a rincorrersi, altri ancora si mettono in fila pronti a dare il “cinque” ai giocatori al rientro sul ghiaccio.

A fine partita, vittoria o sconfitta dei biancorossi, i piccoli tifosi vanno mano nella mano con i propri genitori verso casa, raccontando minuziosamente un’azione di Palmieri o una parata di  Melichercik, felici in volto per aver passato una bella giornata di sport.

Va dato atto che la società ha favorito l’aumento della presenza delle famiglie e dei bambini al palazzo con varie iniziative. Una di queste è ormai il tradizionale “family day” ( che si terrà domenica prossima) dove i piccoli tifosi biancorossi under 16 ( accompagnati da un genitore) pagheranno un euro l’entrata e a fine partita potranno pattinare con i campioni della EBEL. Dopo un anno di interruzione, l’Hockey Club Bolzano ha ripreso l’iniziativa “visite dei giocatori nelle scuole”. I giocatori hanno fatto visita ad alcune scuole medie e superiori della città partecipando ad una lezione d’inglese o di ginnastica, invitando gli studenti ad una partita.

Anche noi di HCBfans vogliamo fare, nel nostro piccolo e con l’aiuto dell’Hockey Club Bolzano, qualcosa per i nostri piccoli sostenitori: a breve ci sarà la seconda edizione del concorso “ Disegna l’Hockey su Ghiaccio!”. State in contatto con noi e… iniziate a disegnare!

FINE Tifosi che passione