Stampa
Categoria: Biancorossi on the road
Visite: 1757

INIZIO OTR SALISBURGO

(by Stefano)

L'asfalto è un amico fedele di ogni trasferta, lo guardi per ore scorrere sotto le tue ruote, come una guida che

ti segna la strada e che ti porta a destinazione.

E dopo aver visto 300 km di asfalto alla Volksgarten Eisarena di Salisburgo siamo stati asfaltati anche dai padroni di casa, che hanno meritatamente vinto per 5-2 una partita che per il Bolzano non è mai iniziata, o meglio è finita dopo 20 secondi del primo drittel quando i Red Bull hanno segnato il primo gol.

Ma d'altra parte solo 10 giorni fa il BZ aveva meritatamente vinto con i campioni in carica al Palaonda quindi non è certo il caso di fare drammi e possiamo continuare a guardare con fiducia al prosieguo della stagione.

Approfittando del ponte dell'Immacolata, la nostra trasferta questa volta è partita molto presto: alle 10:30 eravamo infatti già in autostrada in direzione nord, comodamente accomodati in sei nel pulmino da 9.

Questa volta per l'occasione ci eravamo anche muniti di dispositivo wi-fi  per poter navigare anche oltre confine, oltre alle solite vettovaglie.

Come al solito il viaggio di andata si è dipanato allegro tra chiacchiere e risate e fortunatamente siamo riusciti ad evitare il traffico, a parte 4 km di coda a Innsbruck.CENTRO OTR SALISBURGO

Dopo qualche sosta fisiologica siamo arrivati a Salisburgo alle 14:30 e ci siamo accomodati in un ristorante vicino al Palazzo del Ghiaccio, dove abbiamo mangiato un'ottima Wienerschnitzel e bevuto un buon espresso italiano (fatto da noi nel parcheggio).

Successivamente abbiamo fatto un giro in centro, non prma di avere preso i biglietti (€ 17 intero ed € 9 ridotto). Il centro è raggiungibile comodamente a piedi, abbiamo comprato qualche dolce al mercatino di Natale e poi ci siamo fatti una birra alla birreria Stiegl, molto bella e molto caratteristica.

Abbiamo quindi fatto ritorno a piedi allo stadio e ci siamo accomodati nel settore ospiti in galleria.

Purtroppo devo dire che sotto di noi era stato teso un telone a protezione di non so cosa che ci impediva la visione di una pur piccola porzione di ghiaccio, immediatamente a ridosso della balaustra sotto di noi. Certo non un grande problema però sicuramente era fastidioso perché molto spesso a ridosso della balaustra dietro la porta si sviluppano scontri di gioco e azioni che possano diventare molto pericolose e che in questo modo ci erano precluse alla vista.

Tifosi biancorossi presenti in buon numero, direi almeno una cinquantina, molti dei quali hanno pernottato a Salisburgo. Non noi, che all'esito di una partita insolitamente lunga abbiamo preferito prendere la via di casa e siamo arrivati a Bolzano, dopo una immancabile sosta al Mac, alle ore 1:45.

Da segnalare la presenza nel settore ospiti di 5-6 tifosi dello Schalke 04, reduci dall'incontro di Europa League del giorno precedente contro la squadra di calcio dei Red Bull, che si sono affiancati a noi più che altro per tifare contro i Red Bull che per sostenere il Bolzano.

In definitiva tutto bene tranne la partita verrebbe da dire, però credo che sia proprio in queste occasioni che il pubblico deve dimostrarsi vicino ai giocatori e da questo punto di vista credo che ci siamo fatti sentire, tant'è che i ragazzi a fine partita sono comunque venuti a salutarci e noi abbiamo risposto con applausi convinti, perché francamente oggi a Salisburgo non è certo finito il cielo.

Ora sotto con la partita di domani in casa con l'Olimpia Lubiana, tutti al Palaonda per il Family Day e forza HCB!

FINE OTR SALISBURGO