L'HCB e la Champions Hockey League 2020/21 (di Podlosky)

Il dado è tratto, il primo tassello per la stagione 2020/21 è stato posto. Il fatto è avvenuto ieri, 3 giugno 2020 alle 18.14 per mano del presidente della Champions Hockey League Peter Zahner che, durante il sorteggio a Zurigo, ha estratto il disco recante il nome degli svizzeri dell'EHC Biel.

Infatti sarà la squadra della regione del Seeland (Cantone di Berna,Svizzera) l’avversario designato dei Foxes nel primo turno della maggiore competizione europea per la stagione 2020/21.

Se il calendario sarà confermato questo dovrebbe essere il programma delle due gare:

Sedicesimi di finale

6/7 ottobre 2020            EHC Biel - HC Bolzano

13/14 ottobre 2020       HC Bolzano - EHC Biel

Come già da tempo deciso, i vertici della CHL hanno adottato per la prossima stagione una formula con turni ad eliminazione diretta, eliminando i gironi iniziali. Questa soluzione, che penalizza i tifosi riducendo il numero delle partite, serve agli organizzatori per spostare l’inizio del torneo ad ottobre sperando che per allora l’emergenza sanitaria legata al COVID-19 sia circoscritta.

Tornando all’hockey, per il Bolzano è un gradito ritorno in un palcoscenico internazionale, infatti siamo ormai alla 18a partecipazione ad una competizione IIHF di primo livello, dove il sodalizio biancorosso ha già disputato ben 70 incontri: ultima in ordine di tempo la sfida di Plzen del 20/11/2018.

Di seguito il dettaglio delle statistiche dell’HCB in questo tipo di torneo.

 IIHF

Non vi sono precedenti tra le due squadre, né ufficiali che amichevoli, è una sfida del tutto inedita. Mentre non è inedito il nostro confronto con club elvetici. Nella nostra lunghissima storia sono innumerevoli le sfide tra l’HCB e squadre rossocrociate, qui riportiamo per brevità solo quelle relative ad una competizione IIHF.

18/11/1988       20:15    Lugano               HC Lugano - HC Bolzano                            3:2         (2:1,0:1,1:1)

16/11/1996       20.00    Bolzano              HC Bolzano - EHC Kloten.                          1:4         (0:1,0:1,1:2)

In entrambe le gare, che si sono svolte in occasione di gironi di semifinale di Coppa Europa, il Bolzano è uscito sconfitto ma sempre a testa alta. Speriamo che questo nuovo abbinamento ci possa portare maggiore fortuna.

Ma andiamo ora a conoscere meglio i nostri futuri avversari.

EHC Biel

La società del cantone di Berna nasce nel 1939 con il nome di Eis-Hockey-Club Biel per volontà di Heinrich Plüss che però lascia presto la carica di presidente per dissidi interni e fonda i rivali cittadini dell’ EHC Tornado Biel. I problemi economici e infrastrutturali sono forti, infatti la scarsa possibilità di giocare sul lago ghiacciato non permette un’attività continuativa. Al termine del secondo conflitto mondiale i due club uniscono le forze: è il 25 settembre 1947 quando dalla fusione nasce l’ EHC Tornado Biel nuovamente guidato da Plüss. Con questa denominazione prende parte alla Serie A (SUI-3) dove perde la finale del girone della Svizzera centrale con l’EHC Rot-Blau Bern. Il sodalizio, solo dopo una stagione (1° agosto 1948), cambia definitivamente denominazione in EHC Biel.

L’attività riesce ad avere una continuità solo dal 1958 con l'apertura della pista di pattinaggio artificiale nel Längfeld, infatti prima di allora i giocatori si erano dovuti barcamenare tra il ghiaccio naturale al «Linde», poi sui campi da tennis «Drei Tannen», infine a Leubringen e sul Gurzelen.

Dopo diverse stagioni nei livelli inferiori nella stagione 1959/60 pur perdendo gli spareggi promozione riesce ad essere promosso in NLB (SUI-2). Sono sette le stagioni di apprendistato in questa lega del club, guidato fin dal 1956 dall'editore Willy Gassmann, quando nella stagione 1974/75 centra la vittoria e la relativa promozione in NLA (SUI-1).

A sorpresa la squadra di Bienna è subito competitiva e dopo un secondo e un terzo posto nella stagione 1977/78 si laurea campione di Svizzera. Sono gli anni d’oro del sodalizio che bisserà il successo altre due volte nel 1980/81 e 1982/83.

Dopo 20 stagioni consecutive di massima serie nel 1994/95 la squadra retrocede. Negli anni di purgatorio perde due finali e vince quattro titoli (2004, 2006, 2007, 2008), proprio in questa ultima occasione nello spareggio promozione/retrocessioni si sbarazza del EHC Basel con 4 vittorie in altrettante gare. Il ritorno in NLA dopo 13 anni è comunque difficile e le stagioni spesso terminano con la vittoria dello spareggio retrocessione. Dalla stagione 2014/15 inizia un netto miglioramento delle prestazioni che culmina con la partecipazione a due semifinali di campionato nel 2017/18 e 2018/19.

A livello internazionale prende parte a 3 edizioni della IIHF European Cup, miglior risultato i quarti di finale nelle stagioni 1981/82 e 1983/84. Partecipa ad una edizione della Champions hockey League dove raggiunge i quarti di finale (2019/20).

EHC Biel, i cui colori sociali sono il giallo e rosso gioca le partite casalinghe nella pista del complesso polifunzionale del Stades de Bienne inaugurata nel 2015 e denominata per motivi di sponsorizzazione Tissot Arena (6.521 posti).